FLASH NEWS

a cura della Segreteria Organizzativa Nazionale SIMG - Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie

domenica 14 gennaio 2018

Corso di elettrocardiografia per MMG

SIMG - Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie Sezione di Barletta - 
Andria - Trani 
Corso di Elettrocardiografia per Medici di Medicina Generale 
Sala convegni Ordine dei Medici di Trani
 15 e 22 febbraio, 1 e 8 marzo 2018 

Razionale e obiettivi 
Il riconoscimento e l’interpretazione delle principali anomalie elettrocardiografiche dovrebbero essere tra le abilità acquisite durante la formazione di base del medico. Tuttavia, l’esperienza dimostra che ben pochi medici neo-laureati la posseggono e, purtroppo, anche molti Colleghi formati alla Medicina Generale manifestano grandi difficoltà per cui generalmente sono portati a delegare totalmente allo specialista l’utilizzo di questa metodica diagnostica. Eppure, considerati i costi molto contenuti, disporre di un elettrocardiografo è alla portata di tutti gli ambulatori e consente al Medico di Medicina Generale di documentare importanti condizioni patologiche (si pensi per esempio alla fibrillazione atriale), di escluderne altre (scompenso cardiaco in soggetti sintomatici) e di eseguire periodici controlli di screening nella popolazione a rischio (diabetici, ipertesi, ecc.) evitando il ricorso poco appropriato alla consulenza specialistica. Sulla base di queste considerazioni è stato impostato un percorso formativo, indirizzato ai Medici di Medicina Generale neoformati ma anche a quelli in attività da tempo, con il seguente obiettivo generale: al termine del corso i partecipanti (medici di medicina generale, di continuità assistenziale, di emergenza territoriale) saranno in grado di descrivere ed interpretare un tracciato elettrocardiografico individuando le alterazioni che più frequentemente si riscontrano nel contesto delle cure primarie e valutandone il valore diagnostico e prognostico. Il corso, quindi, ha le caratteristiche di un corso di base che non ha la pretesa di esaurire tutti gli aspetti dell’elettrocardiografia e richiede il possesso di poche nozioni di elettrofisiologia cardiaca. Al corso saranno ammessi non più di 20 partecipanti in modo da garantire la massima interattività. Il corso utilizza una modalità didattica “blended” essendo articolato in quattro seminari in presenza, della durata di quattro ore ciascuno e da altrettante fasi di auto formazione o di formazione a distanza, gestite mediante posta elettronica Al corso sono stati assegnati 26 crediti formativi ECM che saranno attribuiti ai partecipanti che seguiranno l’intero percorso formativo. Programma Autoformazione: lettura di una dispensa sui temi oggetto del seminario successivo. 

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dei redattori